Pareggio di rigore

Autore: 
tidon grifo

Non ci apettavamo una ripresa cosi difficile

Riparte un campionato estivo per le televisioni, un campionato con un Genoa che a fine febbraio sembrava in ripresa.

E invece sembra di dover riparitre da zero.

Ci sono cinque cambi adesso ma tutti i giocatori sembrano fisicamente a terra

E' probabile che Preziosi non si aspettasse  una ripresa del campionato (e non ce lo aspettavamo nemmeno noi per la verità, non è che facciamo i salti di gioia per questa appendice estiva) e però che abbia detto ai giocatori "state li tranquilli ad aspettare il calciomercato che sapete bene che è il vostro destino se siete qua, apettate solo che maturi l'occasione e vi spedisco il cartellino col vostro prezzo".

Invece il campionato è ripreso, senza pubblico e a orari improbabili.

Ed è subito una figuraccia a Marassi contro il Parma.

Si poteva credere che Parma e Brescia fossero un bel viatico per uscire dalle secche degli ultimi posti.

Ma neanche per sogno.

Oggi contro un Brescia praticamente già retrocesso ci sono voluti due rigori per strappare  un misero pareggio.

E con Il tentativo di Nicola di cambiare squadra rispetto al Parma, lasciando Schone e Criscito in panchina e provando altri attaccanti, oltre al rispolvero di Zapata.

Ma le cose sembrano addirittura peggiorare,  dopo dieci minuti siamo già sotto di due gol.

Due contropiedi del Brescia semplici e lineari che trovano tutta la difesa impreparata ed in ritardo, con gravi responsabilità di tutti, comreso Soumaoro che sembrava un grosso puntello per la difesa.

Il gioco sembra scomparso, Nicola si direbbe che debba ripartire da zero, sopratutto ritrovare una sorta di formazione titolare o di base che non sia sa quale possa essere.

L'unica nota positiva sembra essere  il ritorno di Iago Falque che perlomeno ha qualche spunto e non sbaglia i rigori. oggi schierato come mezzala.

Poi con i cambi la difesa diventa a quattro, il centrocampo a tre con l'ingresso di Schone, ma in verità si peggiora  e dopo aver pareggiato la partita con due rigori miracolosi si chiude in affanno col rischio di perdere.

In due partite abbiamo provato tutti gli attaccanti e tutti sembrano spuntati, si spera solo nel ritorno di forma di Sanabria, che oggi perlomeno è stato l'unico a fare un tiro in porta.

Per il resto un rigore dubbio ci ha rimesso in partita nel primo tempo e poi nel secondo un rigore piu netto stante le regoli attuali ci ha permesso di pareggiare.

Sembrano tutti fuori fase, tutti i difensori, Biraschi fuidificante che non fluidifca ne difende, Criscito lasciato giustamente in panchina, Behrami stanco, Sturaro fumoso e confuso, Barreca invisibile e Ghiglione anche, quest'ultimo addirittura in ritardo su un bell'appoggio di Pandev.

Ecco, Pandev, il vecchietto che nel secondo tempo almeno ha avuto due tre spunti da giocatore vero

I Favilli, i Pinamonti, lottatori di belle speranze che non segnano neanche a un metro dalla porta, e Destro, boh.

Un Schone che è nuovamente scomparso dal gioco, visibilmente fuori forma

Boh, a marzo sembrava con la vittoria sul Milan che fossimo avviati ad un campionato tranquilo, invece fra un lotto di tre ma piu probabilmente di due, uscirà la retrocessa.

E noi siamo fra le due papabili, in pieno, totalmente.

Staremo a vedere, forse è questione di giocare piu partite per migliorare la condizione

Chi lo sa

Commenti

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.

ALTRO CAMPIONATO

Non capisco. Si danno due scudetti? se ne fanno retrocedere 6? o si fa lo spareggio scudetto e il play out per le retrocessioni?
Se così non fosse siamo all'assurdo.
La sola cosa certa è che, dopo quasi tre mesi di sosta QUESTO È UN ALTRO CAMPIONATO.
 
Un campionato vive di continuità, di strategie, di scelte per entrare in forma in determinati momenti. Non si può spezzare il ritmo e sommare i punti. È un insulto. Come sommare me e Picasso e sperare di ottenere un buon pittore, Non eccelso, ma buono.
 
Quello che vedo, e che non guarderò più, è calcio da play station. Non è calcio vero. È la somma delle skill dei giocatori che fa il risultato. Sono simil-partite senz'anima e senza senso. Amichevoli estive.
 
Spero che si tratti solo di una vetrina ad uso televisivo coi giochi già decisi a tavolino dai presidenti, magari ai dadi
Retrocedere dopo questa farsa sarebbe forse meritato, ma brucia.
Nicola fa tourbillon di figurine come se pensasse di allenarsi giocando. Prima dov'era?
Gli altri corrono, i nostri camminano. E la difesa è da oratorio.
Fortuna che piovono rigori.
Se domenica prossima Ronaldo farà rigore su Sanabria tutto sarà chiaro, altrimenti andremo allo spareggio con il Lecce e sento già che saranno dolori.
 
Ma chi se ne frega?
Ormai il carrozzone del calcio è sceso a un livello tale che serie A, B o C sempre melma è.

Ripresa amara

Abbiamo tanti granatieri che faticano ad andare in forma, ci sta, speriamo che, tolta la Juve senza pronostico, iniziamo a carburare le prossime partite.

Oggi fondamentale non perdere. Male Barreca e Zapata, oltre a Destro, dobbiamo ritrovare solidità difensiva visto che in attacco non facciamo goal e creiamo pochissimo.

Speriamo in Sanabria che in effetti con Didi sembrava il più in palla.

Buono il punticino, vediamo cosa fanno le altre.

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo stile preferito per la visualizzazione dei commenti e clicca "Save settings" per attivarlo.