undefined

Arcigni alla meta

Autore: 
mashiro

Perin 6,5: nel primo tempo rischia di fare un disastro con uno stop rivedibile e un pizzico di rilassamento di troppo; si riscatta nel finale allungandosi bene sul pericoloso colpo di testa di Salcedo. Per il resto normale amministrazione ben gestita.

Bani 6: parte bene e cala alla distanza. Brutto, sporco e cattivo. Soffre Colley e Tameze che sono molto più veloci ma li contiene con esperienza. Esce per colpa dei crampi.

Zapata 6: guida la difesa e fa a sportellate prima con Favilli e poi con Kalinic, soffre più il secondo del primo. Resta lucido e non concede sbavature.

Masiello 6: partita d'esperienza, discreto nel pulire il pallone anche lui messo in difficoltà dalla rapidità degli avanti veronesi,  non perde la testa e concede niente.

Ghiglione 6: giusto il giallo, per il resto partita timida. Si vede poco in fase offensiva, anche se un paio di palloni sono pregevoli, soffre abbastanza Lazovic in quella difensiva.

Rovella 6: tanta presunzione che in certe fasi lo aiuta e in certe lo porta a strafare con risultati alterni. Cala molto alla distanza e viene giustamente sostituito.

Badelji 6: senza Zajic(e Schone...) poca qualità intorno a lui, fatica a smistare il pallone. Soffre l'aggressività del centrocampo gialloblù, si fa ammonire un pò troppo presto ma è intelligente a gestirsi.

Radovanovic 6: data la situazione sarebbe ingenerosa l'insufficienza, il ruolo non è suo e si vede. Tanto impegno, poca qualità ma stasera conta molto la grinta e l'impegno, il serbo da questo punto di vista è inappuntabile.

Cyzborra 6: pure per il giovane tedesco la partita è così, così: tanto impegno, pochissima qualità. Stasera premio l'impegno anche perché Faraoni prima e Lazovic poi, sono avversari complicati.

Pandev 6,5: la pochissima qualità del Genoa si vede dal macedone, come sempre. Cerca l'euro-goal con il pallonetto ma Silvestri è bravo a rimanere in piedi, stasera era la serata da essere più cattivi. Ma Goran, dopo i 9 goal della scorsa stagione, può fare quello che vuole.

Shomourodov 6: potrei copiare per il centravanti uzbeko quanto detto per Cyzborra e Radovanovic, in una situazione normale sarebbe una partita da insufficienza. Tanto impegno e poco altro, un bel cross per Rovella, una discreta sgroppata nella ripresa.

Scamacca 6,5: l'ex centravanti dell'Ascoli è un bel toro, usa bene il fisico un pelo meno i piedi ma per essere sbarcato sabato nel difficile mondo rossoblù, esordio molto positivo.

Goldaniga 6: entra a freddo, nel momento clou della partita. Si butta nella mischia con abnegazione e fa il suo mestiere. Peccato per il giallo preso per 2 falli duri in pochi secondi.

Parigini ng: pochi minuti, qualcosa bene, qualcosa non tanto. Non sfrutta i 15 minuti finali per scalare le gerarchie.

Eyango ng: pochi minuti per mettersi in mostra. Di oggi ricorderà l'esordio e poco altro.

Behrami ng: lo svizzero entra nel triplice cambio di Maran, è fuori condizione e si vede ma ha esperienza e grinta aiuta i suoi compagni anche con quello.

Maran 7: dopo la scoppola di Napoli e le settimane difficili che ne sono seguite, il suo Genoa è una squadra arcigna e con tanto cuore, i rossoblù non rinunciano a ripartire ed attaccare con discreta qualità. Cambi fatti con criterio e ben gestiti, con il passare delle settimane e si spera il rientro di diversi calciatori di qualità come Pjaca e Zajic si potrà fare sicuramente meglio.

Faggiano 1: a fine anno spero abbia ragione lui. Stasera: punizione di Radovanovic sugli stinchi di un difensore del Verona con pericoloso contropiede gialloblù e inguardabile corner di Parigini con Schone a casa mi han fatto imprecare non poco. Spero vivamente che a fine anno da 1 si trasformi se non in 10 almeno in 7-8.

Una non partita a Torino

Autore: 
mashiro

Perin 6,5: incolpevole sul goal, preciso e pulito in tutti gli altri interventi al solito non granché preciso nel gioco a terra ma il mismatch fisico tra i nostri e i loro è troppo marcato.

Izzo 7:salva un goal già fatto e non fatica troppo contro un brutto cliente come Manzukic.

Spolli 6,5: il giallo a metà primo tempo è un pò ingenuo, Higuain comunque è contenuto molto bene e con il solito mestiere.

Rossettini 6,5: fuori piede e contro Douglas Costa si annunciava una serata difficile, i ritmi bassi e la non partita impostata dai rossoblù gli consentono di limitare i danni.

 

Rosi 6: partita di sacrificio, molti falli e molto dinamismo mal sfruttate quasi tutte le occasioni di essere pericoloso.

Rigoni 5: pessima partita del centrocampista rossoblù che sottoritmo fatica a tenere il campo, giustamente sostituito nella ripresa.

Bertolacci 6,5: regia pulita, interdizione rivedibile. L'impegno non è mancato la precisione spesso si.

Omeonga 7: gran partita del belga, tantissimi chilometri e nessuna paura dei blasonati avversari.

Laxalt 6: un pò timido su Lichsteiner ma nel complesso partita ordinata e precisa.

Pandev 6: quando la palla gli arriva per terra riesce a saltare l'uomo e a ripulire il pallone per gestirlo, sulle sportellate fatica inevitabilmente.

Taarabt 5,5: partita pasticciata del marocchino, grande impegno ma pochissima lucidità offensiva. Prosegue il periodo difficile per lui speriamo passi in fretta.

Galabinov 6: soffre con la squadra, se la  gioca con Chiellini non ha palloni buoni e non se ne procura ma nel complesso positivo.

Lazovic 6: giocare qualche metro più avanti lo dovrebbe agevolare, si vede poco, quel poco comunque è positivo

Lapadula 6: palloni giocabili zero. L'impegno e la foga sono le solite e tanto bastano per tenere li la Juve, quel che voleva il mister.

Ballardini 6: va a non giocare a Torino, prova a mettere sotto ritmo la Juve e a rubacchiarla di rapina. Nel finale ci va vicino un paio di volte. Con la squadra che ha di più non può fare, buona l'intuizione Omeonga, forse meno la scelta di non schierare Galabinov dall'inizio.